Diciamo BASTA alla solita minestra! (FOTO-AZIONE)

24 settembre 2020 ― Aggiornamenti

Il Parlamento dell’UE voterà sul futuro della politica agricola comune nella settimana
19-22 ottobre – dimostriamo loro che vogliamo un cambiamento radicale di questa
politica!

Invitiamo gli agricoltori, i consumatori, gli attivisti e tutti i cittadini a dimostrare
che lo status quo della politica agricola comune dell’UE non è un’opzione per un
futuro sostenibile ed equo per l’alimentazione e l’agricoltura! Fate in modo che i vostri
soci, partner e tutti i vostri contatti su Facebook, Twitter e Instagram si uniscano
all’azione fotografica e invitateli a condividere le loro foto sui social media utilizzando l’hashtag #GoodFoodGoodFarming. 

Come partecipare?

Impugnate un cucchiaio o una forchetta e una pala o un forcone e scattate una foto per dimostrare che siete stufi dell’attuale politica agricola comune!

Raccogliamo quante più foto possibili per mostrare ai nostri governi e ai decisori UE che siamo in molti a chiedere politiche che sostengano gli agricoltori in una transizione verso pratiche sostenibili a lungo termine, che proteggano la biodiversità e il clima, promuovano il benessere degli animali e forniscano cibo sano a tutti! Ora puoi far parte del movimento!

Ti serve: 

  • un cucchiaio e una forchetta grandi (ad esempio posate per insalata, cucchiai
    da minestra o in versione più grande, ad esempio un rastrello e una pala)
  • un telefono o una fotocamera
  • un amico, un famigliare o anche solo te stesso per scattare l foto

Fai sentire la tua voce e condividi le immagini:
Condividi la tua foto su Twitter, Instagram o Facebook con gli hashtag #GoodFoodGoodFarming e #cambiamoagricoltura, con un tuo messaggio per chiedere un’agricoltura e una PAC diversa, taggando gli Europarlamentari.

Trova inspirazione e informazioni su gfgf.eu/online-actions.

Invia la tua foto anche a info@goodfoodgoodfarming.eu e cambiamoagricoltura@gmail.com.

Tutte le foto verranno condivise sui siti e sui nostri canali social di Good Food Good Farming e CambiamoAgricoltura per sostenere le nostre richieste alle istituzioni Europee.