Insostenibili parole del ministro Teresa Bellanova

19 ottobre 2020 ― Aggiornamenti

Sconcerto per le dichiarazioni della Ministra dell’Agricoltura, Teresa Bellanova, nel Consiglio AgriFish di oggi, nelle quali esprime contrarietà ad un impegno minimo di risorse per gli ecoschemi.

Le Associazioni di protezione ambientale e del biologico, riunite nella Coalizione #CambiamoAgricoltura rispondono alla Ministra Bellanova: “quello che è difficilmente giustificabile agli occhi dei cittadini è una PAC non in grado di affrontare concretamente problemi ambientali come la perdita della biodiversità, il contrasto ai cambiamenti climatici, il mantenimento dell’agricoltura biologica e il benessere animale, tutte misure possibili con gli ecoschemi”.

Le posizioni espresse dalla Ministra Bellanova, come l’esclusione del riso dalla costituzione delle aree ecologiche, difendono modelli di agricoltura a maggiore impatto ambientale del nord Italia a discapito dell’agricoltura delle aree interne del nostro Paese, più sostenibile per l’ambiente e la società. L’Italia con queste posizioni si colloca tra i paesi europei meno lungimiranti e più distanti dai traguardi del Green Deal.